Pensiamo positivo

L'incidente del 29 dicembre proprio non ci voleva. Così facendo mi sono giocata tutte le vacanze di Natale. Non posso camminare, tutti i dottori sono a sciare o in vacanza visto la fortunata successione di ponti tra 1 e 6 gennaio e quindi a me non rimane che stare a letto nella speranza che tutto passi. Tornare al pronto soccorso non se ne parla... piuttosto 3 giorni a letto che una giornata intera in ospedale.
È anche vero che per queste vacanze non avevo progetti in particolare ma qualche giro lo avrei fatto anche volentieri. Ha piovuto quasi tutto l'autunno e non so nemmeno più come è fatto il centro città e poi avevo voglia di vedere almeno una mostra. Almeno una!!!
Non mi rimane che pensare positivo... poteva andarmi decisamente peggio.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ci siamo quasi

Ma le stelle quante sono, Giulia Carcasi

Mugabe si dimette