La gioia della lettura

Ci sono certi libri che non possiamo davvero annoverare come letteratura ma mi prendono così tanto che alla fine i personaggi per me diventano quasi reali e non riesco a levarmi dalla testa le loro vicende, meglio dei telefilm ormai.

Ci furono Abby e Travis... poi Tessa e Hardin e ora Rose e Dimitri...
Ieri sera ho finito il terzo libro dell'Accademia dei Vampiri e ieri per tutto il giorno ho pensato a loro, ma sapevo già che sarebbe finita male, ma mi sono goduta quel momento per una giornata intera. Poi ieri sera l'epilogo e sono stata malissimo. Così male che non me lo levo dalla testa. Non volevo iniziare il quarto subito, volevo aspettare per gustarmelo appieno ma... ho fatto una cosa terribile... ho cercato gli spoiler... mi è bastata una parola per piangere come una deficiente. Ora sono tranquilla e posso aspettare qualche giorno, ripensare bene e poi iniziare il 4.

Ho scoperto che del primo libro hanno fatto anche il film lo scorso anno. Ora lo cerco perché lo voglio vedere anche se Dimitri me lo sono immaginata davvero diverso!
mentre gli altri più o meno assomigliano all'idea che mi ero fatta.

Ci doveva essere anche un secondo film ma da quanto ho capito alla fine non lo hanno prodotto. Un vero peccato. 
Mi piace veramente troppo questa saga.


I libri tradotti in Italiano sono 6 più un settimo uscito nel 2013 che è il primo ma visto dal punto di vista di Dimitri ma non è stato tradotto in Italiano. Come lo spin-off letterario che si chiama Blood Lines, ben 6 libri. Quando mi scontro con queste cose mi arrabbio un po', non sono in grado di leggere in Inglese e non capisco neanche cosa porti una casa editrice a tradurre e pubblicare una serie. La serie Vampire Accademy è stata pubblicata in concomitanza del successo di Twilight solo che parlando di Damphir piuttosto che di Vampiri forse la cosa non ha avuto molto successo.

Io l'adoro, sia chiaro, e la consiglio veramente a tutti.

Commenti

Post popolari in questo blog

La leggenda del Santo bevitore

La piccola bottega dei ricordi, Annelise Corbrion

Allerta Rossa